Sostegno all' adozione

Un altro momento in cui si può chiedere un intervento mediatorio e di sostegno è quello in cui la famiglia vive una fase particolare, come un affido o un’adozione. In tali situazioni la mediazione ha l’obiettivo di creare un luogo in cui si incontrano e si confrontano diversità di storie, di culture, aspettative e desideri dei futuri genitori, del bambino, dei nonni…..di tutto il sistema familiare.

L’adozione, infatti, attua una duplice azione interattiva: il bambino si inserisce in una trama familiare dove esistono già dei miti e delle norme condivise, all’interno della quale egli dovrà trovare una sua collocazione; la famiglia, a sua volta, accoglie e riconosce il nuovo componente come continuatore/innovatore della narrazione familiare, che porta con sé la sua diversa storia e la sua identità.

Poiché il focus del patto adottivo è dare una famiglia ad un bambino, occorrerà che a questa famiglia siano forniti tutti gli strumenti, anche preventivi, di gestione dei conflitti espliciti e non, a cui la famiglia adottiva può essere maggiormente esposta rispetto alla famiglia biologica, poiché tutte le paure sono amplificate.

Per informazioni e appuntamenti contattare:

Dott.ssa Stefania Corinaldesi, Pedagogista della famiglia e Mediatore Familiare, cell. 3664407527
e-mail: info@studiotangramsenigallia.it